Project Details

  • Construction Date

    2015

  • Location

    Padova, IT 2015

  • Categories:

HOUSE FOR TWO BROTHERS

Padova, Italy, 2015

Name: House for Two Brothers
Client: private
Status: Built
Typology: Houses
Location: Padova, PD, Italy
Year Started: 2012
Year Completed: 2015
Tootal Floor Area: 536 sqm
Outdoor Area: 1646 sqm
Volume: 1217 cubic meters
Firm: B+D+M Architetti
Designers: Alex Braggion
Contributors: Filippo Malachin
Micol Bergamo

The site on which the villa for two brothers was built is in a favorable position: very close to the city center, it has the east side bordering the non-buildable area near the cemetery. Privileged views open onto the green space and the sturdy walls of the monumental cemetery. The desire to have an open front towards this agricultural area has generated the volumetric and functional organization of the villa. The different needs of the two brothers have determined the different shape and size of the two residential units. Concepts of duality and complementarity are expressed, as well as balance in asymmetry. Two lateral and one central volume rest on a unitary base, which defines the limit between internal human activity – living – and external natural life. The largest unit has a loggia open on two sides, facing south, dominated by the overhang of the upper terrace, open to the sky. The smallest has a loggia towards the east, while a north is the living room on a plateatico bordered by a concrete portal. The central volume, higher than the other two, includes the secondary functions of the two above. The simple white surfaces give a sculptural volumetric design, with a clear identification of the volumes and their correspondences in plan. The cleaniness of the forms is obtained with the white plaster for opaque surfaces and with large windows for transparent surfaces.

 

Il sito su cui è stata costruita la villa per due fratelli è in una posizione favorevole: molto vicino al centro della città, ha il lato est che confina con la zona non edificabile adiacente al cimitero. La vista privilegiata si apre sullo spazio verde e sulle possenti mura del cimitero monumentale. La volontà di avere un fronte aperto verso questa area agricola ha generato la sistemazione volumetrica e funzionale della villa. Le diverse esigenze dei due fratelli hanno determinato la diversa forma e dimensione delle due abitazioni. Si esprimono concetti di dualità e complementarietà, così come l’equilibrio nell’asimmetria. Due volumi laterali e uno centrale poggiano su una base unitaria, che definisce il limite tra l’attività umana interna – l’abitare – e la vita naturale esterna. L’unità più grande presenta una loggia aperta su due lati, esposta a sud, dominata dallo sbalzo della terrazza superiore, aperta verso il cielo. Il più piccolo ha una loggia verso est, mentre a nord si trova il soggiorno su un plateatico delimitato da un portale in cemento. Il volume centrale, più alto degli altri, comprende le funzioni secondarie dei due soprastanti. Le pulite superfici bianche conferiscono un disegno volumetrico scultoreo, con una chiara identificazione dei corpi e delle loro corrispondenze in pianta. La pulizia delle forme è ottenuta con l’intonaco bianco per le superfici opache e con ampie finestre per le superfici trasparenti.