Project Details

  • Construction Date

    2017

  • Location

    Bolzano, BZ, IT 2017

  • Categories:

NOI TECHPARK

BOLZANO, BZ, Italy, 2017

Mention

Name: NOI Techpark – Lot B2
Organizer: NOI Techpark Südtirol
Nature Of Innovation
Project Typology: Education and Research
Location: Bolzano, BZ, Italy
Year: 2017
Competition Typology: Restricted
Stage: single stage
Result: Mention
Cost: € 17’000’000
Firm: Atelier4Architetti
Designers: Aurelio Galfetti
Alex Braggion
Carola Barchi
Luciano Schiavon
Samantha Minozzi
Roberta Springhetti
Contributors: Riccardo Lagioia
Francesco Roccaforte
Codrin Graur
Alberto Varotto

The project initially comes from the analysis of the territorial context, pursuing the aim to generate functional and attractive public spaces (and collective paths), as well as to build a quality environment for the life and work of researchers, thanks to the correct lighting, ease of orientation and external view. The goal is to facilitate connections between the external urban area with the interesting internal garden of the NOI, without prejudice, obviously, to the need for a foyer with protected access. Drawing the facade for a series of buildings that will form an urban front becomes very difficult if the buildings have different implementation phases and destinations. Precisely for this reason we have not thought about a repeatable facade “sic et simpliciter” but with a pattern, a sort of meccano that can be assembled according to the needs. The cylindrical courtyards also characterize the distribution spaces at all levels, giving them fluidity, great brightness and the possibility of orientation, through a generous intervisibility effect between the various floors of the complex.

 

Il progetto scaturisce inizialmente dalla lettura del contesto territoriale, perseguendo lo scopo di generare spazi pubblici (e percorsi collettivi) funzionali e attrattivi, oltre che di costruire un ambiente di qualità per la vita e il lavoro dei ricercatori, grazie al corretto apporto di  luce, alla facilità di orientamento e alla vista verso l’esterno. L’obiettivo è quello di facilitare i collegamenti tra l’area urbana esterna con il suggestivo giardino interno del NOI, senza pregiudicare, ovviamente, la necessità di un foyer con accesso protetto. Disegnare la facciata per una serie di edifici che formeranno un fronte urbano diventa molto complesso se gli edifici hanno fasi di realizzazione e destinazioni diverse. Proprio per questo motivo non abbiamo pensato ad una facciata ripetibile “sic et simpliciter” ma con un disegno, una sorta di meccano che può essere assemblato secondo le esigenze. I cortili cilindrici caratterizzano anche gli spazi distributivi a tutti i livelli, conferendo loro fluidità, grande luminosità e possibilità di orientamento, attraverso un generoso effetto di continuità visiva tra i vari piani del complesso.